Seleziona una pagina

Sai come riciclare una vecchia finestra in PVC?

Le finestre in PVC a differenza di altri materiali influenza lo sviluppo sostenibile e aiuta l’ambiente. Inoltre, riduce sia il consumo di elettricità che le emissioni di CO2 nell’atmosfera.
Sai come riciclare una vecchia finestra in PVC? Ebbene sì, le vecchie finestre in PVC possono essere riciclate! L’economia circolare è un concetto, che copre molti aspetti. Uno degli obiettivi è riuscire a imitare i processi della natura. Dove nulla è spreco e tutto viene usato per creare qualcosa di nuovo.

Per i serramenti in PVC si stima una vita media di 50 anni senza manutenzione. Una volta terminato il periodo di utilizzo della finestra, questa viene smontata e trasferita in un centro di riciclaggio. Esso viene riciclato grazie alla sua facilità di trasformazione e alla sua termoplasticità.

Esistono vari metodi di riciclaggio:

  • Meccanico;
  • Chimico;
  • Fisico-chimico.

Specifichiamo che: circa l’82% della finestra è in PVC riciclabile, e il restante 18% è costituito da rifiuti che possono essere riciclati anche attraverso altri procedimenti (vetro, metallo…). Il PVC può essere riciclato fino a una decina di volte! Possiamo costruire finestre con una vita utile di oltre 350 anni.

I progetti europei per la gestione dei rifiuti

Molte aziende di questo settore stanno iniziando a produrre profili per finestre in PVC con materiali riciclati. Infatti, al giorno d’oggi, sempre più aziende sono preoccupate per l’ambiente, per la raccolta e il riciclaggio di questo materiale.

Inoltre, un’organizzazione creata nel 2003 sta facilitando lo sviluppo di piani di raccolta e riciclaggio dei rifiuti in PVC. Dimostrando la sua efficacia nel promuovere il riciclaggio del materiale dell’anno.
Attualmente questa organizzazione opera in: Germania, Austria, Belgio, Danimarca, Spagna, Francia, Ungheria, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito e Repubblica Ceca con 107 riciclatori attivi.

Nel caso specifico del mercato delle finestre, l’EPPA (l’Associazione europea delle finestre in PVC e dei prodotti da costruzione correlati) ha integrato la maggior parte delle sue attività di riciclaggio nel sistema di codesta organizzazione!

Sai come riciclare una vecchia finestra in PVC? Parliamo del materiale…

La resina PVC è un composto formato dal 57% di sale comune.  Stiamo parlando di una risorsa praticamente inesauribile. Inoltre, una delle sue principali proprietà consente l’emissione in atmosfera del solo vapore acqueo durante la sua trasformazione in profili in PVC. Essendo quindi un materiale molto ecologico.

Ma oltre ad essere un materiale così tanto amico della natura, presenta anche delle ottime proprietà. Di cosa stiamo parlando?

  • Proprietà isolanti;
  • Termiche;
  • Acustiche;
  • È considerato materiale durevole, con una lunga vita utile;
  • È altamente resistente al passare del tempo e alle intemperie
  • Manutenzione minima, solo acqua e sapone.
  • Estremamente economico, sia in termini di costi di acquisto e manutenzione, sia per la sua durata nel tempo.

Perché è considerato un materiale ecologico?

È considerato un materiale ecologico, principalmente per quello spiegato in precedenza. Considerato amico dell’ambiente per l’impatto che ha su di esso. Come spiegato in questo articolo, il PVC “può durare fino a 100 anni, non arrugginisce e non si corrode”.

Inoltre, la sua vita utile è piuttosto lunga e genera meno rifiuti rispetto ad altri materiali come il legno (che è ancora un materiale naturale, occhio). Poi è ecologico per la sua pulizia e manutenzione. Infatti è davvero molto molto semplice da tirare a lucido. Non sarà necessario ricorrere a prodotti chimici o prodotti altamente inquinanti. D’altra parte, il bilancio dei punti a favore del PVC mostra anche le sue incredibili capacità isolanti, sia dal punto di vista energetico che acustico.

Sai come riciclare una finestra in PVC? Ecco le soluzioni!

Quando l’addetto smonta le vecchie finestre, senza distruggerle, e rimontate. Successivamente vengono frantumate, selezionando e separando i materiali. Il vecchio PVC come da scarto di produzione e taglio, costituisce una materia prima pregiata, equivalente al PVC appena preparato.

La frazione non riciclabile viene inviata ad un centro di gestione dei rifiuti finale. Affinché un vecchio serramento possa dar vita ad uno nuovo, generando una circolarità, riassumiamola in sei punti:

  • I profili in PVC usati devono essere ritirati. In genere è un lavoro per aziende specializzate.
  • Sottoposti a un trattamento, in modo che possano essere riusati senza perdita di proprietà.
  • Grazie a speciali ‘mulini’, il lavoratore dell’azienda specializzata andrà a frantumare le vecchie finestre.
  • Come in ogni processo di riciclaggio, è quasi essenziale separare i resti. Grazie ad un potente magnete, i materiali ferrosi possono essere separati dal resto.
  • Si andrà a classificare e separare PVC, guarnizioni e vetro attraverso ripetuti processi di caduta libera. Il loro stesso peso fa sì che vengano raggruppati in gruppi specifici. Con questo processo, alla fine il PVC, sarà ottenuto separatamente.
  • Ultimo passo. Attraverso un sistema fotoelettrico, il PVC si classifica per colori e inizia il nuovo ciclo.

Contatta Lacos per una soluzione su misura per la tua casa!